È possibile veicolare un messaggio semplicemente scegliendo un font piuttosto che un altro? Ti rispondo io: eccome!

Anche questa caratteristica del testo è in grado di trasmettere emozioni e sensazioni, esattamente come può farlo il colore, il packaging o un’immagine. A questo punto è semplice comprendere che la scelta del font, nella comunicazione visiva della tua marca e della tua attività, ne diventa parte integrante e fondamentale in termini di efficacia.

Questo è ancor più valido nel mondo del web, luogo in cui l’aspetto visivo è il più comunicativo e dove è più comune trasmettere il messaggio sbagliato, se non c’è uno studio preciso alle spalle del processo creativo. Quindi, sorpresa! Non è sufficiente scegliere un carattere sulla base del gusto personale o estetico.

Vediamo allora come scegliere quello più adatto!

Scegliere il font giusto: qualche suggerimento

  • Come prima cosa focalizzati sul lettore, ovvero su chi riceverà il messaggio: quale vuoi che sia la sua reazione? Quale emozione intendi suscitare? Tieni a mente che, affinché l’intera comunicazione sia efficace, il font che utilizzerai dovrà essere assolutamente coerente con il contenuto che proporrai e con il tono di voce utilizzato dal Brand in questione. Se non hai idea di cosa sia il tono di voce, basta cliccare qui: ho scritto un articolo completo ed esaustivo che può esserti d’aiuto!
  • Un altro consiglio che posso darti è quello di non esagerare con la varietà: utilizza al massimo 3 font diversi per lo stesso progetto, per evitare confusione nella mente del lettore e, di conseguenza, una comprensione sbagliata. L’ideale è optare per una tipologia di font per il titolo, una per il sottotitolo e una per il corpo del testo. Questo ti consente sì di differenziare le diverse situazioni, ma allo stesso tempo ti permette anche di dare una coerenza e una continuità all’interno della stessa comunicazione. Se un utente cambiasse pagina e si trovasse davanti a tanti font diversi, molto probabilmente non sarebbe più in grado di riconoscere l’identità del tuo Brand.
  • Sfrutta i diversi stili per ogni font: puoi anche decidere di utilizzarne solo due ma caratterizzarli con il grassetto, il corsivo o il sottolineato.

Ora che è ben chiaro quanto sia importante lo studio del font, individuato in base al messaggio e alle caratteristiche del Brand in questione, passiamo alle “famiglie” alle quali puoi attingere!

Famiglie di font e caratteristiche

  1. SERIF

Sono quei caratteri con grazie, ossia allungamenti all’estremità delle lettere, che le rendono “aggraziate” e semplificano la lettura. Serif comunica tradizione, serietà ed eleganza, ed evoca un senso di affidabilità e rispetto, motivo per cui viene spesso impiegato per documenti ufficiali. Times New Roman… ti dice niente?

  1. SANS SERIF

L’opposto di Serif: è un font senza grazie, dalle lettere rigide e pulite. Trasmette un senso di modernità e innovazione e si presta benissimo al mondo del web o a quei testi con molte parole e quindi con molto contenuto da elaborare, in maniera diretta, chiara e semplice. Alcuni sono Verdana, Arial, Calibri e Century Gothic.

  1. MODERN

È una sorta di evoluzione dei Sans Serif ancora più trendy: caratteri alla moda che raccontano uno stile giovane, personale e dinamico, come Montserrat o Futura.

  1. SCRIPT

Lo dice il nome: questi sono i font calligrafici, morbidi ed eleganti, che evocano classe e cordialità. Sono tutti quei font che simulano la scrittura a mano, e per questo sono simbolo di genuinità! Alcuni esempi? Pacifico o Lucida.

  1. DISPLAY

Gli ultimi sono i font “divertenti”, studiati per essere freschi e funny, per attirare l’attenzione di chi legge. È una famiglia con una personalità decisamente forte, poco spazio fra le lettere ma comunque apprezzatissima e molto sfruttata. Qui troviamo font come Lobster, Cooper o Barrio.

Ormai è piuttosto chiaro che per comunicare non basta usare le parole giuste: per riuscire nei tuoi intenti comunicativi, è importante anche che siano in grado di evocare stimoli nel lettore.

Sei certo di utilizzare il font ideale all’interno delle tue comunicazioni di Brand?

“La comunicazione non è quello che diciamo, bensì quello che arriva agli altri”.
Thorsten Havener

Trasforma la tua attività in un Brand di successo!
Richiedi la consulenza personalizzata:

Voglio la consulenza