Uno degli aspetti fondamentali che devi tenere in considerazione, quando si parla di comunicazione aziendale, è il tono di voce: ne hai mai sentito parlare?

Il tone of voice ha a che fare con ogni strategia di marketing, e la sua definizione rappresenta uno dei passaggi preliminari più importanti quando intendi posizionare il tuo Brand sul mercato. In questo articolo ti racconterò di cosa si tratta, nello specifico, e perché la tua azienda deve curarlo affinché ogni comunicazione sia davvero efficace!

Prima di tutto, un piccolo esempio: fingiamo che tu abbia un’azienda che opera nel settore sanitario, magari un’impresa che vende attrezzature ospedaliere. Come racconti i tuoi prodotti online? Usi per caso gli slang tipici dei teenager? I tuoi copy sono pieni di emoji? I termini per descrivere quel monitor multiparametrico sono generici o estremamente tecnici?

Ci siamo capiti: in base al tuo Brand, ai suoi valori, ai suoi obiettivi e alla sua identità, la comunicazione dovrà essere specifica e coerente con essi. Per questo, nell’esempio appena citato, molto probabilmente la comunicazione più efficace sarà quella formale, ricca di tecnicismi, piuttosto distaccata e soprattutto professionale.

Ma entriamo nello specifico: cos’è, quindi, il TOV?

Tono di Voce: significato e tipologie

Per TOV si intende il Tone of Voice, il modo in cui il Brand comunica se stesso, esprimendo al meglio la propria personalità, i propri valori e la propria essenza. Può declinarsi in diverse sfumature, a seconda del luogo in cui la marca parla di sé, ma senza mai allontanarsi eccessivamente dalla propria identità.

In qualche modo, il TOV indica l’insieme degli aspetti che costruiscono la modalità tramite la quale il Brand si rivela al pubblico di riferimento. È il “come” viene espresso il concetto e non solamente “quale” sia: è simile a tutta quella sfera che, nella vita quotidiana di una persona, comprende l’intonazione, l’inflessione, gli accenti e così via. Ebbene sì: il Tono di Voce aggiunge informazioni alla comunicazione relativamente alla personalità di chi sta parlando.

Esistono 4 tipologie di tono di voce tra cui scegliere, in base alla personalità della tua azienda:

  • Tono freddo: formale, burocratico, istituzionale;
  • Tono neutro: professionale, onirico, pulito;
  • Tono caldo: fresco, colloquiale, amichevole, informale;
  • Tono colorato: ironico, aggressivo.

Come scegliere il TOV e quali vantaggi puoi ottenere

Individuare il giusto tono di voce per un Brand è un passaggio importantissimo e avviene durante la fase di posizionamento di un Brand sul mercato (quel momento in cui si definiscono Vision, Mission, Target di riferimento, elemento differenziante…). In più, la scelta del tono più adatto deriva da uno studio di altri aspetti dei quali non devi dimenticarti:

  • il canale di comunicazione scelto dall’azienda per parlare di sé;
  • il pubblico a cui si rivolge (le Buyer Persona, i consumatori finali);
  • l’intenzione della comunicazione.

Esistono Brand che possono raccontarsi anche su piattaforme molto diverse fra loro, Social Network per i quali è importante modulare il tone of voice o declinarlo perché si adatti al luogo virtuale in cui è presente. Quello che non devi perdere di vista è il fil rouge, quel filo conduttore che mantiene coerenza e linearità fra le varie comunicazioni. Solo in questo modo un consumatore che ti segue sia su Facebook, sia su Tik Tok, continuerà a capirti, a riconoscerti ma soprattutto a crederti!

Una volta che il tuo tone of voice è coerente, ben studiato e inserito in una strategia dettagliata, allora potrai trarre gli enormi vantaggi che può offrirti in termini di positioning e riconoscimento. Il giusto tono di voce rende memorabile la personalità del tuo Brand e permette al tuo pubblico non sono di fidarsi, ma anche di sentirsi maggiormente coinvolto e propenso ad instaurare una relazione con la tua marca.

5 step per il tono di voce perfetto

Ma come creare il tono di voce perfetto per il tuo Brand? Arrivati a questo punto, quello che devi fare è seguire questi 5 passaggi fondamentali: vediamoli subito!

    1. Individua, comprendi e studia il tuo target di riferimento
      Sicuramente il tuo pubblico è uno dei fattori più importanti di questo processo. Immedesimarsi nel target ti permette di comprendere cosa voglia sentirsi dire e soprattutto come: se devi proporre un prodotto a un Millennial, sicuramente lo farai con una comunicazione diversa rispetto a quella che useresti se dovessi venderlo ad un Baby Serviranno contenuti, canali e stili differenti.
    2. Seleziona il linguaggio più adatto in base all’audience
      Una volta individuato il tuo interlocutore, puoi selezionare quale sia il linguaggio migliore per le tue comunicazioni. Se il tuo pubblico è composto da Millennials, meglio usare un tono di voce informale e colloquiale o pieno di tecnicismi? Sicuramente risulterà più efficace una soluzione più amichevole, rispetto ad una più formale, non credi? Ricorda: devi parlare la loro stessa lingua per veicolare al meglio il messaggio, e soprattutto mantenere una coerenza stilistica su ogni canale che scegli di utilizzare.
    3. Differenziati!
      L’unicità del tuo Brand è il tuo punto di forza, anche nelle tue strategie comunicative: la tua identità di marca deve sempre essere riconoscibile nella massa e diversa da quella dei competitor. Racconta il tuo Brand in maniera trasparente e irripetibile, con un tono di voce riconoscibile fra tanti, perché solo in questo modo il tuo consumatore finale si fiderà di te, sapendoti onesto, credibile e… te stesso!
    4. Cosa vuoi comunicare?
      Il processo attraverso cui costruisci il tono di voce è strettamente collegato ai contenuti che vuoi proporre sui vari canali di comunicazione. Individua un piano dettagliato delle tipologie di argomenti da trattare, che raccontati nel giusto stile riusciranno a stimolare nel tuo pubblico emozioni, coinvolgimento ed interazione. Un TOV ben studiato identifica il Brand e lo allontana dall’essere anonimo e impersonale.
    5. Stila una lista di regole e rispettale
      Ultimo, ma non per importanza… applica il TOV quotidianamente, in ogni comunicazione. Come farlo? Un programma di lavoro con regole ben strutturate è quello che ti serve per evitare scivoloni. Uno strumento utilissimo è il calendario editoriale: crealo (non sai come fare? Sei fortunato, te ne ho parlato qui) e consultalo ogni giorno. Questo ti aiuterà a mantenere sempre il focus sul tono di voce da utilizzare, in base ai contenuti che saranno pubblicati.

Credi di usare il tono di voce adatto nelle comunicazioni del tuo Brand?

“Parla con il tuo pubblico usando la sua lingua e raccontando ciò che gli sta a cuore.”.
Jonathan Lister

Trasforma la tua attività in un Brand di successo!
Richiedi la consulenza personalizzata:

Voglio la consulenza