Come avrai notato, i comportamenti di consumo delle persone sono oggi in continuo mutamento e già da qualche anno, come conseguenza, il concetto di marketing ha subìto cambiamenti non indifferenti. L’evoluzione di preferenze e abitudini, infatti, ha spinto i marketers a doversi adattare al nuovo, optando per strumenti e strategie differenti: è proprio qui che nasce l’Inbound Marketing, l’argomento di cui ti voglio parlare oggi!

Lo conosci? Ti dice niente? Non preoccuparti, se sei curioso devi solo continuare a leggere questo articolo: ti spiego tutto io!

Inbound Marketing: definizione e differenze

Andiamo subito dritti al punto: si tratta di un approccio al marketing digitale piuttosto moderno e innovativo, utilissimo alle imprese per esprimere il loro appieno potenziale. È un metodo di business che ha lo scopo di attrarre sempre più clienti creando contenuti ed esperienze di valore, completamente personalizzati .

La differenza tra il marketing tradizionale e l’Inbound marketing sta nella sua applicazione: se fino a qualche tempo fa un utente veniva costantemente interrotto durante la sua navigazione da contenuti che non desiderava incontrare (e-mail spam, banner e così via), l’approccio attuale si muove diversamente. In questo caso, infatti, vengono studiati contenuti di valore ai quali il consumatore è interessato e gli vengono proposti esattamente nel momento in cui sta cercando soluzioni ai suoi problemi, in fase di acquisto.

In poche parole, l’Inbound Marketing punta a sfruttare le opportunità che il web presenta per rispondere a esigenze del potenziale cliente, creare interazioni e giungere all’acquisto.

Le strategie alla base dell’Inbound Marketing

Il sistema che sta alla base dell’Inbound Marketing corrisponde alla logica sequenziale di ATTRARRE, COINVOLGERE e PREMIARE il consumatore, la cui conseguenza sarà un business in crescita esponenziale. Quali sono però le strategie di Inbound Marketing da seguire? Ecco qualche suggerimento!

Fase 1 – Strategie per attrarre

Prevedono la creazione, la pubblicazione e la distribuzione dei contenuti per raggiungere e attirare il target di riferimento (le famose buyer persona). La conoscenza del cliente tipo, in questo caso, è fondamentale per veicolare messaggi su misura in termini di interesse. Sto parlando di articoli di blog, post sui social media e così via, che siano contenuti di valore percepibile dalla persona a cui ti stai rivolgendo.

Fase 2 – Strategie per coinvolgere

In questa fase è importante fare leva su quegli aspetti che ti consentono di instaurare una relazione duratura con il potenziale cliente in questione. In questo caso, si fa riferimento al commerciale o al responsabile del servizio clienti, a chi si interfaccia con il consumatore e rappresenta in quel momento la tua attività.

Fase 3 – Strategie per premiare

Premiare e/o fidelizzare il cliente è una mossa strategica per mantenere il cliente sempre ampiamente soddisfatto anche dopo aver acquistato il tuo prodotto o il tuo servizio. A questo punto, il tuo team deve sempre mostrarsi disponibile nel supporto del cliente, nel ruolo di consulente. Esistono tanti punti su cui lavorare per fidelizzare, in base al settore di riferimento: l’importante è che abbiano l’obiettivo di favorire una relazione positiva! Il consumatore deve poter interagire col Brand e sentirsi curato con attenzione… e potrebbe diventare naturalmente un ambassador della tua marca.

Gli strumenti principali di Inbound Marketing

Se hai definito un identikit preciso del tuo cliente tipo (e quindi ne conosci esigenze, problemi, bisogni, necessità) e se hai un sistema ben organizzato che copra tutte e tre le esperienze del consumatore (attirare, coinvolgere, premiare)… è il momento di selezionare gli strumenti perfetti per i tuoi piani di Inbound Marketing!

Vediamo subito cosa puoi sfruttare online per far crescere la tua azienda.

Il Blog Aziendale e il blogging
Non a caso te ne ho parlato proprio qualche articolo fa (qui, nello specifico): se lo hai letto, sai bene quanto aprire e tenere costantemente aggiornato un Blog sia importante per la tua attività. È lo strumento perfetto per avvicinare e coinvolgere clienti attuali e potenziali: un mezzo per comunicare, per stimolare il traffico organico dai motori di ricerca (ottimizzando i contenuti in chiave SEO) e sviluppare autorevolezza come esperto di settore.

E-mail Marketing
Continua ad essere una delle strategie più efficaci in termini di conversione degli utenti in clienti paganti. È importante però veicolare il contenuto giusto al momento giusto perché l’e-mail marketing funzioni a dovere, quindi: non creare solo newsletter, ma sfrutta anche l’opportunità che solo le e-mail ti offrono, ovvero, la comunicazione one-to-one. Per questo servirà anche l’utilizzo di Direct E-mail Marketing (DEM) e E-mail Drip Workflows (sequenze automatizzate su target specifici per convertire).

CRM
Il Customer Relationship Management ti consente di tracciare tutte le informazioni di ogni singolo contatto da un’unica piattaforma. I dati che un CRM può offrire sono tantissimi e soprattutto sono essenziali per chi si occupa di Marketing.

Social Media
Integrare i Social Media nella tua strategia di Inbound Marketing è un ottimo modo per amplificare quella relazione che hai instaurato o vuoi instaurare con il cliente attuale o potenziale. Questo è possibile grazie alla pubblicazione di contenuti e alla consulenza, aspetti in grado di rispondere alle necessità del tuo target di riferimento.

E tu, utilizzi qualche strategia di Inbound Marketing?

“Per fornire il messaggio adeguato alla persona adeguata nel momento adeguato, prima devi ottenere i dati adeguati relativi al database adeguato nel momento adeguato”
John Caldwell

Trasforma la tua attività in un Brand di successo!
Richiedi la consulenza personalizzata:

Voglio la consulenza